Martedì 25 giugno 2019   
Home
Azienda
Servizi
Organizzazione
Settori di intervento
Realizzazioni importanti
Preventivi
News
Servizi on line
Link utili
Dove siamo
Contatti

Antincendio - Nuova regola tecnica

24/05/2013
In vigore dal 4 aprile 2013, il Decreto del Ministro dell’Interno del 20 dicembre 2012 pubblicato in G.U. n. 3 del 4 gennaio 2013, riporta la “Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l’incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi”.

Oggetto del decreto è la progettazione, la costruzione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti di protezione attiva installati nelle attività soggette a controllo di prevenzione incendi. Si applica in particolare agli impianti previsti nelle specifiche norme verticali o richiesti dai Comandi provinciali nell'ambito delle pratiche di prevenzione incendi, quali reti di idranti, impianti sprinkler, rilevazione incendi, segnalazione e allarme, impianti di controllo del fumo e del calore e di estinzione e controllo dell'incendio.
Dall'applicazione della Regola tecnica sono dispensati gli impianti esistenti e quelli installati nelle attività soggette a rischio di incidente rilevante. Non si applica inoltre ad un folto gruppo di attività:

• edifici di interesse storico-artistico destinati a biblioteche ed archivi;
• impianti per la distribuzione stradale di GPL per autotrazione;
• edifici storici ed artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre;
• depositi di GPL in serbatoi fissi di capacità superiore a 5 mc o in serbatoi mobili di capacità superiore a 5000 Kg;
• depositi di soluzioni idroalcoliche;
• impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione;
• depositi di GPL con capacità non superiore a 13 mc.

Saranno soggetti alle nuove disposizioni sia i nuovi impianti che quelli esistenti oggetto di sostanziali modifiche (come ad esempio il cambiamento dell'agente estinguente, o un ampliamento della "misura tipica" dell'impianto, in misura superiore al 50% rispetto all'originale).
Il decreto abroga in maniera automatica tutte le disposizioni contrastanti con i suoi contenuti. Sarà compito di successivi decreti ministeriali aggiornare le Regole tecniche specifiche per attività.
Si precisa che il progetto risulta innanzitutto sempre obbligatorio per l'installazione, la trasformazione e l'ampliamento degli impianti.

La regola tecnica si sofferma soprattutto sugli impianti di idranti e sprinkler, stabilendo per le reti di idranti i livelli di pericolosità, la tipologia di protezione e le caratteristiche dell'alimentazione idrica a seconda delle attività soggette a controllo. Per gli impianti sprinkler il decreto fa riferimento alla norma UNI EN 12485.

Ufficio Stampa
Gruppo Ordine srl
Copyright © 2008-2019 Gruppo Ordine S.r.l.
Tutti i diritti riservati
P.IVA 06372280013
  Uffici:
Via Reiss Romoli, 146
10148 Torino
  Tel. +39 011 220.20.30 (6 linee r.a.)
Fax +39 011 220.21.24
E-mail contatti@gruppoordine.it